DELETREAR – SILLABARE

Questo articolo è dedicato ad un argomento che, a mio avviso, viene spesso dato per scontato in alcuni libri di grammatica. Saper sillabare è molto importante; è una delle abilità che sta alla base dell’apprendimento di una lingua. Nello spagnolo in particolare, la capacità di dividere in sillabe è di grande aiuto per imparare quando andare a capo, ma soprattutto per capire dove apporre l’accento ortografico in una determinata parola. Vediamo dunque i vari casi.

1- Mai separare le lettere CH – LL – RR: mu-cho, si-lla, tie-rra

2- Una consonante posta tra due vocali, es. “divisa” si raggruppa con la SECONDA vocale: DI-VI-SA.

3- Quando ci sono due consonanti unite tra due vocali “inmoral”, la prima consonante fa gruppo con la prima vocale, mentre la seconda fa gruppo con la seconda vocale: IN-MO-RAL.

4- Non si separano dittonghi e trittonghi. Nemmeno l’H influisce sull’unione delle vocali (per saperne di più su dittonghi e trittonghi clicca qui https://alezionedispagnolo.it/2019/11/09/diptongos-triptongos-e-hiatos/): rei-na, U-ru-guay des-ahu-ciar.

5- Se la lettera S è seguita da una consonante, allora farà sillaba con la lettera che la precede: PRO-TES-TA, CAS-CA-BEL, ES-CUE-LA, ES-CU-CHAR (In italiano accade esattamente il contrario) . Questo perché in spagnolo non esistono parola che iniziano per S + CONSONANTE (mentre sì, esistono parole che iniziano per S + VOCALE: sonrosado, sol, sal, sabroso, salir, saber….).

6- Il gruppo consonantico GN deve sempre essere separato: RE-PUG-NAN-TE, MA-LIG-NO.

7- La lettera H va sempre separata dalla lettera che la precede: A-ZA-HAR, IN-HU-MAR, CLOR-HI-DA-TO.

8- Le parole che cominciano con un prefisso possono mantenere intatto l’elemento iniziale (il prefisso), oppure conformarsi alle regole sopraelencate: DES-EM-BAR-CO o DE-SEM-BAR-CO, ARZ-O-BIS-PO o AR-ZO-BIS-PO, BIS-A-BUE-LO, o BI-SA-BUE-LO.

Queste sono le regole principali, da interiorizzare nel tempo con un po’ di pazienza e buona volontà!

A presto!